LETTORI FISSI

venerdì 19 maggio 2017

SEI LA PORTA




Sei la porta dalle maniglie 
d’acciaio e nubi
che apro con guanti scuri...

Una ringhiera mi protegge 
dal salto sui riflessi
che spezzano l’estesa fiumana 
dell’adesso che oscilla

e si infrange sugli scogli 
in una  ballata triste,  spento di 
poesia

io non posso fare nulla per  te.



11 commenti:

  1. Sembra una malinconica resa ed una presa di distanza da qualcuno che ha deluso e che può affossare anche te. Versi molto intensi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniele, si è vero, il troppo mistero allontana. Un caro saluto e a presto!

      Elimina
  2. Molto intensa, molto simbolista.
    Interessante l'uso delle immagini a cui è affidato il ruolo, narrativo e comunicativo ancorché espressivo, di rendere il paesaggio interiore e la condizione più o meno sensibile dell'animo.
    Significative sono anche le focalizzazioni quasi con tecnica cinematografica sulle inquadrature (le strofette) e sui dettagli (i "guanti scuri", l'infrangersi...) e la suggestiva sostantivizzazione di un avverbio (adesso) che poi si dichiara "spento di poesia".
    Ma la poesia c'è. Ha forme altre, più profonde. E lo esprime quell'ultimo verso: uno stacco repentino, abbandonato il linguaggio delle immagini, sulla "condizione esistenziale" di impotenza.
    Mi riporta al Montale di Non chiederci la parola.

    I miei complimenti, Rosanna!
    Buona giornata; ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per la tua generosa sensibilissima recensione Angelo! Vero, non possiamo nulla sulla chiusura altalenante di chi amiamo...solo scriverne nella speranza di un catartico sollievo.Un caro saluto e a presto!

      Elimina
  3. Un avvicinamento complesso, a colui che è distante nel suo sentire,
    e per il quale ogni significato e vicinanza si frantumano,in una realtà del tutto imprendibile....
    Mi è piaciuto interpretare così, questa tua bellissima ermetica
    Buon fine settimana e un abbraccio, carissima, silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia per la tua presenza e commento alla mia riflessione! A presto e buona serata!

      Elimina
  4. Mi hai fatto venire la pelle d'oca. Emozionante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Massimiliano, sei generoso e gentilissimo! A presto, buona serata.

      Elimina
  5. Un oggi triste e spento di poesia, per qualcosa o qualcuno che respinge qualsiasi afflato o consiglio affettuoso dato disinteressatamente, senza alcun secondo fine. Un'introspezione molto sentita e sofferta si evince dai tuoi versi carissima. Un abbraccio Rosanna!

    RispondiElimina